fbpx
143 Views

Proseguiamo la nostra serie di interviste con Greta Rausa, 23 anni, Kyu di Kendo.

1) Da quanti anni fai Kendo? A che età hai iniziato a praticare?

Ho iniziato a 21 anni, pratico il Kendo solo da un anno e mezzo, sono una pivellina :D. Ho conosciuto il Kendo alla Shodan di Reggio Emilia dove già praticavo altre arti marziali (NDR: Greta è 1Dan di Aikido e 2Dan di Daito-Ryu).

2) Cosa ti piace in particolare della disciplina?

Il Kendo mi ha affascinata subito con la sua eleganza e la sua esplosività, adoravo e adoro osservare i miei senpai (NDR: Compagni di pratica più anziani) mentre si allenano, sono i miei eroi! Adoro esprimere energia attraverso la mia voce. In generale sono una persona che ama farsi sentre ed esprimersi e, nel Kendo, posso incanalare e sfruttare al massimo questo. Inoltre, la sensazione di indossare il bogu (NDR: armatura usata nel Kendo) mi piace tantissimo, mi fa sentire “imbattibile” (anche se questo viene smentito ad ogni allenamento). 

3) Il Kendo ti ha cambiato? In che modo?

In quanto principiante per me il Kendo è ancora molto fisico, a livello mentale non posso dire di averlo ancora metabolizzato, d’altronde è un percorso che dura tutta una vita. Ma sicuramente mi sta insegnando a lanciarmi di più senza meditare troppo, a credere fino in fondo in quello che faccio, ma anche a mettermi in discussione, perché c’è una montagna di cose da imparare, e il sentiero è bello ripido. E poi mi ha insegnato a tenere la schiena dritta! Mia nonna non c’è mai riuscita!

//www.shardanakendo.it/wp-content/uploads/2019/01/logo-shardanakendo.png

Siamo una associazione sportiva dilettantistica senza scopo di lucro nata nel 2018. La nostra principale attività è la promozione della pratica del Kendo nel Nord Sardegna.

CONTATTACI